Italiani in Africa, tra (dis)continuità e rinnovamento

Michele CARBONI, Isabella SOI

Abstract


Per lungo tempo la storia della presenza italiana nel continente africano ha ricevuto scarsa attenzione da parte degli studiosi. Per quanto i flussi migratori verso l’Africa siano stati relativamente limitati (soprattutto se comparati a quelli verso altre mete), la storia degli italiani nel continente non può certo definirsi irrilevante.

La recente ripresa dell’emigrazione italiana coinvolge anche l’Africa. Sebbene, come nel passato, il continente non sia tra le mete principali, anche oggi, in determinati contesti, la presenza italiana è significante.

Partendo dalla storia di tale presenza e dallo studio della stessa, questo contributo – basato su fonti primarie – si concentra sulla recente migrazione verso il continente, presentando due casi in particolare: quello tunisino e quello zanzibarino. In Tunisia la presenza italiana non è una novità: il Paese ha ospitato una delle comunità italiane più importanti del Mediterraneo. La presenza italiana a Zanzibar, invece, è decisamente recente e legata allo sviluppo del settore turistico, al quale gli italiani hanno contribuito in maniera significativa.


Keyword


Emigrazione italiana; Africa; Tunisia; Zanzibar

Full Text

PDF


DOI: https://doi.org/10.19248/ammentu.255




ItalianoEnglishFrançaisEspañolPortuguêsCatalàSardu
AMMENTU - Bollettino Storico e Archivistico del Mediterraneo e delle Americhe. Periodico semestrale pubblicato dal Centro Studi SEA di Villacidro e dalla Casa Editrice Aipsa di Cagliari. Registrazione presso il Tribunale di Cagliari n° 16 del 14 settembre 2011. ISSN 2240-7596 [online].

CURRENT ISSUE
Lodo Atom
Logo RSS2
Logo RSS1
ANNOUNCEMENTS
Logo Atom
Logo RSS2
Logo RSS1