I rapporti economici tra Sardegna e Sud America nel XIX secolo

Carlo PILLAI

Abstract


Dopo una premessa sui primi contatti tra la Sardegna e il Continente americano, testimoniati da una parte dalla partecipazione di parecchi missionari sardi in Sud America e dall’altra dalla importazione dal Nuovo mondo alla nostra isola dei cosiddetti generi coloniali, in specie zucchero e caffè, si tratta più diffusamente dell’emigrazione sarda in quel Continente, soprattutto sul finire del XIX secolo e ai diversi problemi cui diede luogo, servendosi in particolare delle fonti archivistiche e giornalisti che per poi evidenziare come si arrivò ad un’intensità di traffici che ebbe il suo culmine ai primi del Novecento, allorquando le esportazioni italiane superarono le importazioni in diversi Stati sud-americani, come l’Argentina, proprio per l’attivismo delle nostre comunità colà stabilite, nonché per l’istituzione delle camere di commercio italiane di Montevideo, Buenos Aires e Rosario per merito dei nostri ministri dell’agricoltura, industria e commercio (fra i sostenitori e divulgatori di questi istituti troviamo il parlamentare Giuseppe Palomba nostro conterraneo).

Keyword


Rapporti commerciali; Sardegna; America Latina; emigrazione; Camere di commercio italiane in America Latina; Argentina; Brasile; Uruguay; Giuseppe Palomba

Full Text

PDF





ItalianoEnglishFrançaisEspañolPortuguêsCatalàSardu
AMMENTU - Bollettino Storico e Archivistico del Mediterraneo e delle Americhe. Periodico semestrale pubblicato dal Centro Studi SEA di Villacidro e dalla Casa Editrice Aipsa di Cagliari. Registrazione presso il Tribunale di Cagliari n° 16 del 14 settembre 2011. ISSN 2240-7596 [online].

CURRENT ISSUE
Lodo Atom
Logo RSS2
Logo RSS1
ANNOUNCEMENTS
Logo Atom
Logo RSS2
Logo RSS1