Mariátegui, Gramsci e le affinità elettive di due pensieri ''für ewig''

Leandro GALASTRI

Abstract


Con questo articolo intendiamo presentare un confronto introduttivo tra i pensatori marxisti José Carlos Mariátegui (Perù) e Antonio Gramsci (Italia). Si tratta di indicare affinità in dimensioni rilevanti della loro traiettoria politica e intellettuale, quali: l’ambiente della formazione intellettuale, incentrata sul dibattito filosofico italiano del secondo decennio del XX secolo; l’influenza nelle loro opere dell’ascesa del fascismo e del dialogo specifico con il filosofo francese Georges Sorel; il dibattito sull’organizzazione nazionale della cultura e sul ruolo degli intellettuali; l’analisi delle classi dal punto di vista del rapporto tra il grande capitale e le formazioni agrarie arretrate; l’articolazione classista tra campagna e città.

Keyword


José Carlos Mariátegui; Antonio Gramsci; marxismo; indigenismo; contadini

Full Text

PDF (Português)


DOI: https://doi.org/10.19248/ammentu.359




ItalianoEnglishFrançaisEspañolPortuguêsCatalàSardu
AMMENTU - Bollettino Storico e Archivistico del Mediterraneo e delle Americhe. Periodico semestrale pubblicato dal Centro Studi SEA di Villacidro e dalla Casa Editrice Aipsa di Cagliari. Registrazione presso il Tribunale di Cagliari n° 16 del 14 settembre 2011. ISSN 2240-7596 [online].

CURRENT ISSUE
Lodo Atom
Logo RSS2
Logo RSS1
ANNOUNCEMENTS
Logo Atom
Logo RSS2
Logo RSS1