La pesca a Capraia dal Cinquecento ai giorni nostri

Roberto MORESCO

Abstract


Nel Cinquecento la pesca nell’isola di Capraia era limitata al sostentamento dei pochi abitanti che vivevano asserragliati nel paese fortificato per timore dei corsari barbareschi. Solo nel Seicento la pesca divenne la principale attività economica dell’isola favorendo l’aumento della popolazione e la creazione di una marineria dotata di numerose imbarcazioni. Nel Settecento i
pescatori capraiesi utilizzarono le loro imbarcazioni per il trasporto di merci e per il commercio.
Con l’avvento della rivoluzione francese l’economia dell’isola declinò rapidamente e i suoi abitanti furono costretti ad emigrare. La pesca, da allora, si limitò a sopperire le sole necessità degli abitanti.

Keyword


Pesca; Capraia; Gabelle; Pesce salato; Acciughe; Gondole

Full Text

PDF


DOI: https://doi.org/10.19248/ammentu.290




ItalianoEnglishFrançaisEspañolPortuguêsCatalàSardu
AMMENTU - Bollettino Storico e Archivistico del Mediterraneo e delle Americhe. Periodico semestrale pubblicato dal Centro Studi SEA di Villacidro e dalla Casa Editrice Aipsa di Cagliari. Registrazione presso il Tribunale di Cagliari n° 16 del 14 settembre 2011. ISSN 2240-7596 [online].

CURRENT ISSUE
Lodo Atom
Logo RSS2
Logo RSS1
ANNOUNCEMENTS
Logo Atom
Logo RSS2
Logo RSS1