La emigración balear a la isla de Cuba (1830-1959)

Antoni MARIMON RIUTORT

Abstract


L'isola di Cuba occupò un posto di grande importanza come meta per l'emigrazione proveniente dalle Isole Baleari. Questa migrazione influenzò tutte le isole, anche se con diversa intensità. Alcuni municipi particolarmente coinvolti furono quelli di Andratx, Calvià, Ciutadela e Formentera. L'emigrazione a Cuba si intensificò nei primi decenni del XX secolo. Fu allora che venne fondato a La Havana un importante Centro Balear e si pubblicarono due riviste per rendere coesa la comunità baleare. Tra i migranti balearici furono numerosi i commercianti, a volte coinvolti nell'esportazione di calzature da Mallorca e Menorca, i pescatori di spugne, i contadini, i marinai e i produttori di carbone.

Keyword


Emigrazione; commercio; pescatori di spugne; marinai; Centro Balear de la Habana



DOI: https://doi.org/10.19248/ammentu.265




ItalianoEnglishFrançaisEspañolPortuguêsCatalàSardu
AMMENTU - Bollettino Storico e Archivistico del Mediterraneo e delle Americhe. Periodico semestrale pubblicato dal Centro Studi SEA di Villacidro e dalla Casa Editrice Aipsa di Cagliari. Registrazione presso il Tribunale di Cagliari n° 16 del 14 settembre 2011. ISSN 2240-7596 [online].

CURRENT ISSUE
Lodo Atom
Logo RSS2
Logo RSS1
ANNOUNCEMENTS
Logo Atom
Logo RSS2
Logo RSS1